Abbonati alla Newletter mensile e riceverai per posta elettronica le ultime novità del Turismo della Regione Marche.

 

 

 


Made in Marche:

il gusto

 

Il video che ti fa scoprire tutto quello che la Regione produce nell'enogastronomia.


 

Visitate il sito Turismo Marche per scoprire tutte le bellezze della nostra Regione e le opportunita che offre per un soggiorno meraviglioso. #destinazione Marche


LE MARCHE NON TI ABBANDONANO MAI” - LA CAMPAGNA PROMOZIONALE DELLA REGIONE MARCHE CON NERI MARCORE’  

Un turista coccolato dal primo all’ultimo momento della vacanza perché “…le Marche non ti abbandonano mai”. E’ il claim del nuovo spot di promozione della regione interpretato dall’attore marchigiano Neri Marcorè. La regia è stata affidata ai giovani, ma già affermati, registi marchigiani Giacomo Cagnetti e Rovero Impiglia.

Obiettivo principale della campagna è quello di valorizzare la capacità di accoglienza e l’ospitalità dell’offerta turistica regionale. Si vuole inoltre rafforzare il salto di qualità che le Marche stanno compiendo verso l’affermazione come luogo dei luoghi e dell’esperienza irrinunciabile. Una terra nel cuore dell’Italia, ospitale e meravigliosa, ricca di storia e natura. (per vedere il video cliccare sull'immagine qui sopra)


 

Marche. Le scoprirai al l’infinito

Esistono tanti buoni motivi per scoprire e visitare le Marche, una regione davvero sorprendente che ha saputo mantenere quell’atmosfera un po’ appartata che sa di tradizione e rispetto del proprio passato, capace di stupire e affascinare anche il visitatore più esigente.

Le Marche “catturano”, perché danno la sensazione di vivere in un’altra dimensione, dove il tempo sembra avere ripreso il suo giusto ritmo e l’ambiente è ancora quello rasserenante e intimo di un dipinto del Rinascimento.

180 km di costa, spiagge bellissime, 26 località che si affacciano sul Mar Adriatico dove poter trascorrere vacanze tranquille, il porto marittimo di Ancona e 9 porti turistici. 18 bandiere blu, 19 bandiere arancioni per la qualità turistica-ambientale, 19 borghi più belli d’Italia. 500 piazze, più di 1.000 monumenti significativi, un centinaio di città d’arte, migliaia di chiese di cui 200 romani che, 183 santuari, 24 aree e 7 parchi archeologici, oltre 70 teatri storici sapientemente restaurati. La maggiore densità, in Italia, di musei e raccolte d’arte: 400 su 239 comuni, 315 biblioteche che custodiscono oltre 4 milioni di libri.

Numerose aree protette: 2 parchi nazionali (Monti Sibillini, Gran Sasso e Monti della Laga), 4 parchi regionali (Monte Conero, Sasso Simone e Simoncello, Monte San Bartolo, Gola della Rossa e di Frasassi), 6 riserve naturali (Abbadia di Fiastra, Gola del Furlo, Montagna di Torricchio, Ripa Bianca, Sentina, Monte San Vicino e Monte Canfaito), più di 100 aree floristiche, 15 foreste demaniali.

Nella regione del mare azzurro e delle lunghissime spiagge, del le cento città, dei cento paesaggi e dei cento piatti, è un peccato seguire un percorso prestabilito, perché qui tutto è bello: è un piacere inoltrarsi senza meta lungo le strade che salgono colline ammantate da olivi, vigneti, girasoli e lavanda, a due passi dagli antichi borghi murati che, alti sui colli, punteggiano il territorio.

Il tutto disseminato in un ambiente ancora integro che conserva tesori naturali sorprendenti come le Grotte di Frasassi o i promontori rocciosi del Monte San Bartolo e del Monte Conero a picco sull’Adriatico, dove il rispetto e l’amore per la tradizione si concretizzano anche nella conservazione degli antichi mestieri e nella valorizzazione delle secolari tradizioni gastronomiche.

Quindici vini Doc, cinque Docg e un vino IGT accompagnano i piatti tipici a base di pesce o di carne della cucina locale.

Nelle Marche ogni collina ha il suo vino e ad ogni mutazione del paesaggio corrispondono aromi più o meno intensi e decisi: da quello del pesce fresco dell’Adriatico ai “saporosi” formaggi, salumi, olio d’oliva, pasta e carni delle dolci colline, fino a giungere ai monti dell’Appennino dove predominano i forti sapori dei salumi, dei rinomati formaggi, dei pregiati tartufi e funghi.

Nel corso dell’anno, nelle varie località, è un susseguirsi di mostre, eventi, rassegne musicali, spettacoli teatrali e di danza, feste popolari, rievocazioni storiche ed appuntamenti enogastronomici dove è possibile assaporare le specialità della tradizione marchigiana.